Si è aperto ieri l’incontro di zona del Nord Italia 2018 organizzato dal segretariato Fraternità-Missione della CIMP Cap.

La tematica proposta è:

Discernimento e sacramento della riconciliazione al tempo dell’amaris Laetitia. Accompagnare, discernere e integrare le fragilità.

Gli incontri di zona hanno lo scopo di far conoscere maggiormente i frati del nord Italia fra loro, aumentare le collaborazioni all’interno dei singoli settori pastorali e offrire occasioni per la formazione personale e fraterna. Per questo il nuovo ciclo di incontri mette a fuoco tematiche “più ampie” che possano interessare più frati. Si è fatta poi la scelta di dedicare un maggiore tempo agli incontri in modo da facilitare il raggiungimento degli obiettivi proposti.

Il tema di quest’anno viene presentato così dall’invito arrivato nelle fraternità: «Come accompagnare i battezzati che hanno contratto un matrimonio civile e quelli semplicemente conviventi? Come accompagnare le persone divorziate che vivono una nuova unione e che intendono riavvicinarsi alle comunità ecclesiali sulla via del pentimento e del discernimento, offrendo loro tutte le risorse concrete e spirituali di cui la Chiesa dispone, compresi “in alcuni casi”, anche i sacramenti? Quale valutazione, quale atteggiamento e quale accompagnamento, da parte della Chiesa, nei confronti delle persone (coppie) omosessuali? Questi alcuni degli interrogativi ai quali cercheremo di rispondere nell’incontro di quest’anno».

Il relatore è Don Valter Perini (1958), presbitero del Patriarcato di Venezia (1982). Ha perfezionato gli studi teologici a Roma ottenendo la Licenza in Scienze dell’Educazione presso l’Università Pontificia salesiana e il Diploma di Magistero per la formazione presso l’Istituto Superiore per formatori collegato all’Istituto di Psicologia della Pontificia Università Gregoriana.

È docente di “Psicologia e formazione” presso il Seminario patriarcale di Venezia e di “Pastorale del sacramento della Riconciliazione” e “Psicologia pastorale” presso l’Istituto teologico Laurentianum di Venezia.

È direttore dell’Ufficio per l’evangelizzazione e la catechesi e della Scuola di formazione teologico- pastorale del Patriarcato di Venezia.