Spirito ecumenico a Venezia

98

Le celebrazioni nel centro storico di Venezia e in terraferma hanno configurato una sorta di staffetta quotidiana presso comunità cattoliche, ortodosse ed evangeliche. 

Fr. Paolo Cocco ha espresso lo spirito ecumenico che arde nella nostra fraternità della Giudecca partecipando a quasi tutte queste tappe: celebrazioni della Parola e momenti fraterni conviviali presso la chiesa della Risurrezione a Marghera e quella luterana a Venezia, ove sacerdoti ortodossi hanno letto un messaggio del loro vescovo; in quella ortodossa copta di Campalto (da non confondere con la loro cattedrale in costruzione a Tessera) un sacerdote cattolico ha offerto una riflessione; in quella anglicana a Venezia è intervenuta una laica cattolica; in quella ortodossa greca a Venezia è intervenuto il pastore anglicano; nella chiesa parrocchiale di Malcontenta ha predicato un pastore avventista; in una cappellina di S. Giobbe un candidato pastore valdese ha offerto una sua riflessione e in quella ortodossa romena a Mestre ha predicato un sacerdote cattolico. 

Ultima tappa, la celebrazione nella cattedrale di San Marco, nella quale, prima del patriarca, ha predicato il molto rev. David Amid, vescovo anglicano per l’Europa meridionale. 

L’indomani fr. Paolo lo ha accompagnato assieme a padre Malcolm Bradshaw, cappellano della chiesa anglicana di S. Giorgio in Venezia e al prof. David Newbold, a visitare il nostro storico convento lagunare con annesso studio teologico.