Professione perpetua di fr. József Virth. Mór 23 febbraio 2019

79

Sabato 23 febbraio 2019 alle ore 10.30 la Magyar Kapucinus Delegáció ha celebrato una festa speciale: la professione perpetua nella fraternità Cappuccina di fr. József Virth. Per la circostanza, oltre ai fratelli della Delegazione d’Ungheria, erano presenti il Ministro provinciale, fr. Roberto Tadiello, vari confratelli venuti da Venezia e da Mestre e fr. Leopoldo Ingegneri.

La celebrazione è stata semplice e solenne, ma ha lasciato gustare la misericordia di Dio. La messa era in ungherese, presieduta dal Delegato fr. Sergio Tellan, mentre il Provinciale ha ricevuto la professione e ha tenuto l’omelia in italiano; traduttore è stato fr. Péter Pál. La chiesa di Mór era gremita di fedeli. Presente la mamma, felicissima, di fr. József con i suoi familiari, i terziari francescani, e tanti amici.

È stato un bel dono di Dio per tutti noi, un segno di speranza per il futuro; una iniezione di fiducia nel Signore che provvede. Hanno partecipato anche alcuni giovani che sono in cammino vocazionale con noi e questa festa li ha incoraggiati. Speriamo bene. Guardiamo al futuro con speranza.

Dopo la celebrazione la festa è continuata con pranzo fraterno e, alla sera, ci siamo ritrovati per una sana ricreazione davanti ad una buona palinka (grappa) ed un mazzo di carte. Grazie ai fratelli che sono venuti a condividere la nostra gioia.